Vacanze prato


 

Ci troviamo tutti alla sede della Prato, siamo in due macchine piene quindi dieci persone.

Partiamo non sapendo cosa ci aspetta, il viaggio lungo solo perche’ non si puo’ fumare in macchina.

Arriviamo e troviamo…. Sorpresa un “castello” con piscina e parco.

Castello per modo di dire insomma una casa castello e una casetta a fianco dove dormono Emilia e Silvia, io su in mansarda con Andrea, di fronte Roberta e Giovanna, sotto Massimo,Federico e Gabriele.

La piscina e’ piccola, ma stupenda, e cosi’ iniziamo la vacanza.

Le super-attive, Giovanna e Roberta iniziano con la tabella di marcia, si partiva alle nove nove e mezza di mattino e si andava a visitare i dintorni.

Volterra fu la cosa che oiu’ mi colpi’, per l’alabastro.

Siamo andate in un museo dove c’era la Torre di Pisa, in piccolo, tutta fatta in alabastro rosa.

Cosi’ li’ comprammo a poco, alcune cose fatte in marmo tipo ovetti,portaceneri,targhette.

Quando torniamo,tempo splendido, si va in piscina.

In piscina ci siamo divertiti un mucchio, c’erano tante sdraio e poltrone fatte di plastica bianca.

Andrea,Roberta,Giovanna e Federico hanno giocato nell’acqua ai cavalli, quel gioco uno sulle spalle di un altro,quello sulle spalle deve buttare giu’ chi ha di fronte, sempre sulle spalle di un altro.

E poi gare di nuoto, a chi arrivava per primo.Giovanna era gasatissima

Io prendevo il sole

Andrea si divertiva

E Gabriele teneva il muso,silenzio tutta la vacanza.

La Silvia e Federico hanno fatto il bagno di sera, faceva caldo, ma io non me la sono sentita di fare il bagno.

Ci sono venuti a trovare Alberto, che venne una sera a cena, e Eva,con il figlio, che ho trovato molto imbellita dopo tanti anni.

Venne anche una signora. Molto signora, che si occupava di tutta quanta la collina.

Non ho parlato del panorama, eravamo in collina in mezzo a molte colline coi prati verdi e gialli, in cui erano nascoste queste case, per cui non vedevi le altre case, ma solo un panorama stupendo.

Altra novita’, le fotografie

Emilia fotografava tutto.

Tutti fotografavamo tutto, chiese pazze,affreschi…

L’ultimo giorno Massimo e Silvia fecero delle interviste, e ho dimenticato Jennifer che il mattino ci preparava la colazione, e c’era un’altra donna che ci preparava la cena e sapeva far da mangiare molto bene, dall’antipasto alla frutta.

Il pollo lo fece benissimo.

Poi caricava la lavastoviglie e se ne andava.

A mezzogiorno si mangiavano dei panini.

La sera non si stava tanto alzati, ma si andava a dormir presto.

La super-attiva Roberta era sconsolata perche’ voleva essere super-attiva al quadrato.

Noi ci siamo divertiti e abbiamo anche visto tanti bei posti

 

Chiara sbardella